domenica 25 ottobre 2009

LE MELE E LE PERE


Il ministro Calderoli, durante il programma della Lucia Annunziata ("In 1/2 H"), ha voluto dire la sua sulla vicenda del governatore Marrazzo (ricattato per le sue frequentazioni con trans).
... Ebbene, Calderoli (che è ministro “della Semplificazione”), ha sostenuto che confrontare quella vicenda con gli scandali sessuali di Berlusconi non ha senso, perché sarebbe come confondere "le pere con le mele".

Volendo farsi riconoscere, il ministro della semplificazione ha lasciato intendere che il Premier va assolto. Perché - quando pure si fosse trastullato con le escort - lo faceva per ricostruirsi una vita (essendo ormai separato dalla moglie). Laddove Marrazzo (che diversamente dal Cavaliere si intratteneva con le trans, pur essendo sposato), sfogava semplicemente - evviva la semplificazione del ministro! - i suoi vizi.

Ma c'è dell'altro che il semplificatorio Calderoli ha voluto precisare: il Premier faceva le sue cosette rigorosamente a casa sua. Invece il governatore del Lazio se ne andava in giro a destra e a manca, rischiando di prendersi qualche souvenir che poi regalava ai suoi familiari.
... E questo punto qualcuno dovrebbe spiegare al ministro Calderoli che quando ci si intrattiene con sconosciuti -anche se avvenisse tra le mura domestiche!- è buona norma usare il "calzino".

Perché, purtroppo, non sappiamo se in certi casi Marrazzo prende le necessarie precauzioni, ma risulta che zio Silvio - stando a quanto ha riferito di Berluska il suo amico Tarantini - non voglia proprio usare il profilattico. Neanche quando si intrattiene con donne che non sono sua moglie (vizietto, sia chiaro,  che, stando a quanto raccontato da Donna Veronica, aveva anche prima di separarsi!).
... Bisogna sottolineare anche questo, purtroppo. Giusto per non far finire tutto in caciara. E giusto per cominciare a distinguere "le mele dalle pere".

3 commenti:

a.rigolon ha detto...

ma per piacere... berlusca è un uomo solo, e al massimo si sara fatto qualche pella in qualche festina. marrazzo è sposato, ed è andato a trans, è ben diversa la cosa, dai su, un po di realismo!!!!!! ma vi bevete la benzina a colazione o è l'antiberlusconismo che vi obnubila la ragione!?!?!

pellizzer ha detto...

Personalmente, penso che -volendo essere realisti- bisogna prima di tutto riflettere sulla cosa. E magari non trasformare una vicenda dolorosa (dolorosa soprattutto per i familiari del governatore), in argomento da stadio.
Penso (soprattutto spero), che tutta la vicenda contribuirà a far crescere gli italiani (che ancora credono al "mulino bianco", e ai miracoli: di Padre Pio, di Madre Teresa, di Berluska...).
Mi pare di poter dire che la colpa di Marrazzo sia di non aver denunciato i ricattatori (quei delinquenti che sputtanano l'Arma, e che sono un pericolo pubblico: era suo dovere farli arrestare!). E di aver mentito su una cosa che doveva mettere in conto (visto che non è nato ieri!).
... Poi, naturalmente, mi chiedo -ma non ne so molto- come un uomo sposato e con figli possa essere tanto imprudente (pure falso, se nascondeva la cosa alla moglie!).

Anonimo ha detto...

ma per piacere... berlusca è un uomo solo,....

a me risulta che all'epoca fosse sposato.....
ma vi fanno proprio il lavaggio del cervello eh.....